Entradas populares

* Io scelgo sempre la qualità alla quantità *

Questo mio post è liberamente ispirato a quello di Gnappetta.
Capisco che per molte persone l'idea che qualcuno possa lasciare un posto di lavoro sicuro per fare un salto nel buio è un concetto difficile da comprendere e mandar giù... ed io che sono stata tra quelli che il salto l'hanno fatto ma non nel buio piuttosto nelle tenebre... dico che è possibile e che per quanto ti costringa a grossi sacrifici si può sopravvivere ed essere felici.
10 anni fa ma forse anche 11 avevo un lavoro a tempo indeterminato da ormai 7 anni, quel lavoro e tutto il contorno (colleghi, città etc) mi facevano sentire prigioniera, mi sembrava di vivere una vita che non era la mia, intanto da 4 anni ero ferma senza fare esami all'università continuando a pagare le tasse e a pochi esami dalla laurea e poi portavo una 38 scesa drasticamente da una 42.
Quando sono arrivata a Roma avevo un aggravante in più, trovare lavoro e pagare l'affitto, ho fatto qualsiasi lavoro possibile e immaginare che potesse garantirmi di restare a galla a fine mese e soprattutto che mi permettesse di avere un tetto sulla testa... ho sopportato situazioni lavorative poco piacevoli, vissuto 2 mesi senza ricevere lo stipendio chiedendo in prestito i soldi per pagare l'affitto e cenare con una scatoletta di tonno... ma ero felice e soprattutto libera, ho ripreso a fare gli esami anche se tornavo a casa stanca anche se vivendo con altre ragazze spesso c'era baraonda in casa... ma io non rimpiango proprio un bel nulla... e pazienza se ora lavoro a singhiozzo se i soldi che guadagno in proporzione ai giorni lavorati sono abbastanza ma non abbastanza da spalmare per un anno intero... i sacrifici si fanno e tanti perchè come mi ha detto un'amica Ciccio non fa di cognome Rockfeller ma in casa nostra non manca la serenità e la libertà...


¡Compártelo!

67 commenti:

Stella

parole sante. a me manca davvero il coraggio per fare quel salto,ma so che sicuramente se lo facessi la mia vita prenderebbe una svolta positiva. quel che mi spaventa non sono i sacrifici ma la paura di fare una scelta che porti delle conseguenze negativi sulla nostra famiglia. mi trovi pienamente d'accordo su questo tuo post. ^___^

Cenerentola.incasinata

Io, come te, ho fatto un salto esattamente nell etenebre cambiando città...anche io avevo un lavoro stabile...un lavoro che, se la mia titolare avesse un pò mollato andando in pensione, sarebbe stato tutto mio, lei me lo diceva, me lo dice ancora oggi quando la sento...in quel momento ho dovuto saltare perchè era quello che volevo...era quello che mi rendeva libera...e soprattuto perchè mi sono mossa per amore (che è assolutamente sempre una valida ragione al di la dei soldi e di tutto!!!)...in quel momento era la cosa giusta da fare...e nn tornerei mai indietro...
Oggi che mi trovo qui a cercare un post nel mondo ho un po abbandonato quella idea idealista che avevo un tempo, di fare cariera, di diventare qualcuno, oggi mi rendo conto che già trovare un lavoro (perlomeno per me, parlo per la mia sia attuale situazione) è già un miracolo!!!
Ecco perchè io stessa dico che magari ci penserei tanto prima di lasciare una cosa certa.
Ovvio che nn giudico chi lo fa...anzi...lo ammiro...perchè sognare, buttarsi ed inseguire la propria libertà è una cosa molto bella ed è giusta...e va fatta quando si può...anche arrangiandosi se poi si incontrano delle difficoltà...ma purtroppo i tempi nn sono proprio favorevoli...ecco perchè ho detto, anche da gnappetta...che è bello sognare ma purtroppo nn ti permettono tanto di farlo!!!
Poi ovvio le eccezioni ci sono sempre...quello è normale...e ammiro chi ha avuto la tenacia di andare cma avanti nel proprio progetto...
Essendo una ragioniera di nome e di fatto :) io sono sempre abbastanza pratica per quanto rigaurda il fattore lavoro e avendo sbattuto la testa ultimamente con la realtà che c'è fuori ho dovuto ridimensionare di molto i miei sogni, e dico, purtroppo!!! E' una triste verità.
Avrei potuto pensare di mettere su una cosa mia...ci penso spesso...ma ho paura...HO paura di nn arrivare a fine mese...ho paura di passare quello che ha passato mio marito, che è stato infernale!!! e queste paure vincono sul buttarsi ora come ora...magari in un altro momento lo avrei anche fatto...oggi nn me la sento proprio.
La libertà è fondamentale...ho lasciato tanti posti di lavoro per essere libera, ma mi rendo anche conto che si lavora per guadagnare e si guadagna per vivere!!!
Oggi tanti progetti che avevo per me li ho un pò accantonati...le esigenze sono cambiate e mi sono dovuta adeguare di conseguenza...certo è che nn mi interessa un posto di lavoro di alta dirigenza...ma una cosa semplice...dignitosa, che mi permetta di condurre una vita serena...a me ed alla mia famiglia...ecco cosa penso in merito...
NN mi interessano le grandi cifre, ma quelle minime per vivere bene si...nn si può fare altrimenti...poi ripeto...la gioia viene da altri ambiti...ma avere un lavoro tra le mani oggi è importante...per fortuna o purtroppo...magari se le cose cambiassero un domani si potrebbero riprendere in mano tanti bei sogni che cmq sono li...fermi in un cassetto :)

Liu_Jo

Certo tesoro io allora non ero sposata e ho messo a rischio solo me stessa, capisco che dei conti uno se li deve fare...ma comunque mi sono rimboccata le maniche e sono andata a lavorare come commessa 6 giorni su 7...e le spese c'erano e soprattutto gravavano tutte su di me...

Liu_Jo

@Cenerentola: la paura però non aiuta...a volte bisogna esporsi al rischio per tirare in barca una rete piena di pesci.

Carrie82

ecco io ti capisco invece.e capisco lo sportellista.e non credo che lo stipendio al 27 sia la cosa che in assoluto rende + felice,che avere un contratto vantaggioso sia indice di felicità e serenità.e ho un uomo come il tuo....che non è miliardaRIO ma che non mi manderebbe mai a lavoro a costo di esaurirmi...l'importante che tu sia serena e non al limite della depressione.....felicità è questo...non le ferie o lo stipendio,secondo me.

Cenerentola.incasinata

quello è vero...a suo tempo l ho fatto...perchè era la cosa giusta...perchè i tempi erano anche diversi forse...oggi beh...un pò ci penso...magari prendo una decisione più ponderata...e nn lo faccio a cuore leggero come un tempo...Io come linea giuda nella mia vita sono sempre per il buttarsi...ma l argomento lavoro è molto scottante in questo momento...ovvio che se una persona arriva al punto di dovere stare male fisicamente su quello nn ho dubbi...deve lasciare assolutamente, come dico sempre a stella..la salute viene prima di tutto quanto!!! ma se alla fine parliamo di un buon lavoro, dove ci sono delle rogne (come in tutti i lavori alla fine) sopportabili, magari ci penserei una volta in piu...quello si...ma ripeto, oggi, perchè le cose stanno come stanno....in altri momenti magari ho preso e mollato...

Liu_Jo

@Carrie: sarà che io vengo da una realtà familiare dove di sacrifici se ne sono fatti tanti e ti dirò a noi figlie non è mai mancato nulla anzi...noi per tanti anni di vacanza abbiamo sempre fatto 3 mesi in estate...questo grazie ai sacrifici dei nostri genitori e di noi figlie che sapevamo bene quando si poteva chiedere qualcosa e quando no.

Cenerentola.incasinata

Carrie io capisco quello che intendi e da un certo punto di vista lo condivido...io quando stavo per andare al manicomio per il posto dove stavo (Anche se NN era fisso per niente!!!) ho mollato...anche a costo di mangiare pane ed acqua...di fronte alla salute ripeto, nn cè storia proprio!!!
Però a volte sento persone che si lamentano di piccolezze, che fanno delle scelte effettivamente un pò azzardate e poi si lamentano lo stesso o si pentono...nn so...io consiglio sempre di riflettere bene...perchè è vero che la libertà nn ha prezzo...e ne sono certa, però è anche vero che alla fine del mese i soldi servono eccome...e nn è un ostacolo raggirabile...e nn parlo tanto per me che bene o male in qualche modo viviamo...ma parlo di una famiglia con reali problemi economici...certe volte purtroppo (ed è qui che voglio battere...che nn dovebbero verificarsi certi eccessi!!) bisogna fare spallucce e mangiare la foglia...è triste ma si deve...ed io per prima nn lo auguro a nessuno perchè è bruttissimo!!! ma si deve per sopravvivenza...

Carrie82

poi boh credo sia anche questione di caraTTERE..magari lo sportellista di paola odiava quel lavoro E CAZZO UNO AVRà BEN IL DIRITTO DI ODIARE UN LAVORO ANCHE SE è BEN PAGATO E SICURO SANTODIO?o deve piacere x forza xkè sicuro?

Carrie82

cene ma magari lo sportellista di paola in spagna ha già un superlavoro e magari li cè la donna della sua vita...che ne sappiamo?non mi è piaciuto il tono del post.....sembra quasi che uno xkè haun lavoro certo e pagato nn possa avere il diritto a volere di +,di meno,diverso.
mica è detto che lui lascia xkè rischia l'esaurimento nè che lo faccia xkè è un lamentone.lo fa xkè crede sia giusto.e fa bene,

Liu_Jo

@Carrie: e poi quello che può essere un buon lavoro per qualcuno non può esserlo per altri...siamo diversi cavolo!

Liu_Jo

@Carrie: sono d'accordo su tutto quello che hai scritto qui da me.

Carrie82

esatto.....per uno magari l'importanyte è la sicurezza l'altro la creatività...ho un'amica interior designer..lei laVORa cn piva anche se presso un'azienda di progettazione...bhe lei nn andrebbe maI a lavorare in banca o dall'avvocato anche se farlo significa ferie e malattia pagata maternità idem 14mensilità etcetc....mentre cosi no...ma lei questo vuol fare e sai quanti posti "fissi" ha rifiutato??

Cenerentola.incasinata

vi faccio un esempio pratico...mia mamma nn si è potuta mai permettere di scegliere un lavoro che le piacesse...primo perchè nn aveva studiato quindi le scelte erano cmq ben poche, secondo perchè nn avevano soldi per mangiare alla fine del mese...loro davvero si sono privati di un pezzo di pane (nn è una metafora ma la verità) per far mangiare me e mia sorella...hanno fatto i peggio lavori che esistono al mondo...cose che nn farebbe nessuno...che detestavano...ma dovevano, ed il dovere era più forte del bisogno di libertà, perchè sennò nn vivevano...
In questi casi purtroppo gli idealismi li devi mettere da parte...e andare avanti e stare al gioco, per quanto orrendo sia...e ce ne sono tanti in questa situazione purtroppo!! ecco perchè dico, mi fa rabbia che si debba mettere da parte i sogni, perchè c'è una necessità reale di sopravvivenza...nn si dovrebbe proprio arrivare a una situazione del genere!!!
Dall altra parte ho visto persone con un posto statale, con ferie, permessi, e tutte quelle robe li che dicevamo sopra, che si sono licenziati per una volta che le è stato negato un diritto!!! ora mi sembra un pò l eccesso contrario!!! nn trovate?? e ce ne sono credetemi...ora andatelo a dire a mia mamma se nn accetterebbe di scambiare la sua vita con quella li, che sicuramente sarà alienante, perchè lo è, ma che cmq garantisce una sicurezza che lei nn ha mai avuto...ehhh come la metti è un casino...è che purtroppo le cose funzionano male...è questo il prblema...
Ai giovani si dovrebbero dare piu possibilità di realizzarsi...specie a chi ha voglia di aprire un attività che ama...e che farebbe con tutto se stesso...è quello lo sbaglio atroce...tagliare le gambe appena si decide di iniziare...e rendere schive le persone del posto fisso per nn rischiare di nn arrivare a fine mese...

Cenerentola.incasinata

ma si io nn parlo dello sportellista...ora era un esempio per farci su una battuta...soo certa che avrà le sue motivazioni piu che buone per fare questo passo...come le ho avute io a mio tempo, o Liu a suo tempo...nn è che siamo matti eh?! c'è sempre un motivo...però se una parte di me vuole ancora sognare e lottare per fare una cosa che amo...c'è anche una consapevolezza nuova in me, che mi fa stare piu coi piedi per terra perchè a i soldi ci servono e perchè la situazione attuale nn è delle più rosee...prima pensare di lavorare in un posto pubblico mi schifava...adesso sinceramente la prenderei in considerazione...torno a ripetere...purche questo nn leda alla salute...quello è un altro paio di maniche ;)

Liu_Jo

A parte che mi è parso di capire che quello dello sportello della banca avesse comunque qualcosa da fare in Spagna e che non l'abbia voluto dire per motivi suoi... Cene di sacrifici anche i miei ne hanno fatti tanti e lavorava solo papà, siamo in 5 in casa ma ti assicuro che a me così come alle mie sorelle non è mancato nulla e certo che se chiedi anche a mio padre se avrebbe preferito che la sua vita lavorativa fosse andata diversamente ti risponde di si....

Carrie82

cene questo però elude dal post.
tua mamma o tanti altri hanno fatto-fanno un lavoro che non amano e non hanno scelto xkè purtroppo devono arrivare a fine mese e hanno delle responsabilità.
chi sceglie di mollare il posto fisso lo fa o perchè ne ha uno di migliore o xkè se lo può permettere.e non è che ora xkè cè chi nn può scegliere tutti devono stare zitti e muti cn lo stipendio.
si tratta di contesti diversi no?

Cenerentola.incasinata

sicuramente ... sono certa che il famoso :) sportellinista alla fine nn faccia sto grande salto nel buio...ma che sappia quello che fa senza nessuna ombra di dubbio!!!
io infatti nn mi soffermo su quel caso...è anche giovane ci può pure stare che faccia dei tentativi e delle esperienze...io stessa ne ho fatti, anche sbagliando...ma è giusto così...forse adesso sento più il peso di una famiglia...e il senso del dovere nn mi permette di prendere sempre scelte a cuor leggero come facevo prima...magari è questo...

Cenerentola.incasinata

e sicuramente anche la componente caratteriale è importante in certi tipi di scelte!! io ad esempio ammiro molto chi avvia un attività imprenditoriale, ma nn sarei forse tanto in grado alla fine dei conti...perchè ho più una mentalità che si basa su dei parametri fissi...mentre in quel caso devi essere molto elastico...certo è che come la metti la metti sono scelte importanti...

Liu_Jo

Si penso anche io che il fattore caratteriale sia molto importante.

Carrie82

pensate allo sportellista se ci leggesse.......è famoso cavolo!si sentirebbe un vip....stiamo analizzando in toto la sua vita.

Carrie82

:-)

Lisa1012

Ho la fortuna di fare il lavoro per cui ho studiato e in questi anni ho avuto tante soddisfazioni. Lo stipendio è veramente una miseria, ma mi permette di vivere serenamente la casa e Matte e per me sono le cose che contano di più.Non penso che sceglierei un lavoro dove tornare tutte le sere alle 20/21 neanche se avessi il doppio dello stipendio.
Al di là del trasferirsi o meno in un'altra città la cosa fondamentale è fare delle scelte per la felicità Ci sono delle cose che i soldi non ti possono dare.

Liu_Jo

Ma infatti il problema è che gli è stata negata la libertà di fare quello che vuole della sua vita.

Liu_Jo

@Lisa: perfettamente in linea con il tuo pensiero

Carrie82

cene poi sai che è?dipende da mille fattori..da mille situazioni......cioè cè chi ha un mutuo alto,chi non lo ha,chi il marito ha stipendio decente,chi no..

Carrie82

liu..a chi è stato negato cosa?sorry mi son persa!

Lisa1012

p.s. Un amico che lavorava in banca con un posto fisso ha fatto la stessa scelta un anno e mezzo fa. In questo periodo di tempo ha girato l'europa facendo ogni tipo di lavoro, alcuni mesi in Inghilterra, alcuni mesi in spagna e poi è partito per l'australia. Credo che sia tornato da poco e non so bene dove andrà...Lui lo ha fatto per migliorare le lingue e per fare esperienze di vita, non aveva fidanzata o storie serie e quindi ha potuto farlo...e credo che finchè non si ha una famiglia certe scelte si possano proprio fare!

Cenerentola.incasinata

a parte gli scherzi se vogliamo soffermarci sul caso specifico "sportellinista" personalmente dico che sicuramente nn avrà fatto le cose a caso! ne sono certa!
Se vogliamo parlare in generale ribadisco come sopra...è vero i soldi nn fanno la felicità, ma una base minima per sopravvivenza nn ce lo possiamo negare, serve, purtroppo. E quando ci si trova in quei casi allora si deve stringere la cinghia...se poi si ha la possibilità di scegliere (ed io sono la prima ad averlo fatto) perchè c'è già una base minima di partenza allora è anche giusto farlo...perchè no?

Liu_Jo

@Carrie: allo sportellista la libertà di decidere ma perchè uno deve sempre sentirsi giudicato e perchè gli altri devono sempre giudicare?

Cenerentola.incasinata

io oggi come oggi dico che nn rinuncerei al posto fisso perchè mi sto snervando a cercare uno straccio di lavoro!!! e alla fine lo sconforto ti prende necessariamente!!! ma poi ovvio, i fattori che determinano le scelte sono troppi e troppo personali...magari se trovassi un posto dove mi trovo da schifo ci penserei anche io a rimettere tutte le carte in tavola...chi lo sa...bisogna trovarcisi, al di la della battuta sul cassiere della banca :)

Liu_Jo

@Lisa: il mio concetto è che ognuno può fare ciò che vuole

Cenerentola.incasinata

su questo Liu sono assolutamente dalla tua parte!!!se uno vuole fare una considerazione o una battuta ok...ma il giudizio no! sono assolutamente contraria verso chi giudica, sempre e cmq!!!

Carrie82

cene è sicuramente cosi....ci sono milioni di situazioni diverse..cè chi può fare certe cose e chi no..cè chi può scegliere e chi no.
mio cugino fa l'autista x bofrost,orari di merda,lavoro che ti deteriora,articolazioni reumatismi etc...per 1300euro..lei lavora in un'azienda dove la sfruttano e le hanno detto che se resta incinta ciaociao....hanno 1100 eurodi mutuo more or less,due macchine-che servono loro x lavorare-la spesa,le spese....anche volesse lei nn può mollare.

Liu_Jo

@Cenerentola: io questo non posso dirlo perchè nonostante l'acqua a la gola se non dovessi stare bene in quel posto fisso e portare la mia infelicità anche nei rapporti in famiglia ti assicuro che lo farei sempre e comunque.

Carrie82

liu d'accordo sono!che cavolo questo poreto,CHE NN SAPPIAMO CHE CAVOLO FA Nè VA A FARE,Nè COSA LO SPINGE A ANDARE VIA O SCAPPARE,deve sentirsi ingrato perchè ha tutto e lo molla!MA CHI CAZZO è CHE STABILISCE CHE QUELLO è TUTTO E DEVE BASTARGLI?

Carrie82

LIU PERò...situazione tipo come i miei cugini capisvi che nn potrebbe lei mollare?restano 200euro x vivere senza il suo stipendio..come fanno?

Cenerentola.incasinata

ecco mi hai capito perfettamente Carrie...quello intendevo io...ci sono troppi fattori...vedi io per un periodo della mia vita ho dovuto accontentarmi di quello che facevo anche se stavo malissimo (anche di salute perchè i soldi mi servivano troppo...per aiutare i miei e per me stessa!)...in quel caso nn potevo proprio mollare...nonostante tanta voglia di libertà nn potevo proprio e ci sono dovuta stare zitta e buona...successivamente quando la situazione familiare è cambiata anche io mi sono potuta permettere di scegliere cosa era meglio per me e farlo a cuor leggero...come era giusto che fosse in quel preciso momento per quella precisa situazione...ci sono delle variabili troppo diverse a seconda delle situazioni...

Liu_Jo

No in quel caso io mollerei trovando altro certo non sono poi così folle.

Cenerentola.incasinata

è questo il punto...che oggi nn c'è la libertà di trovare altro così facilmente ecco perchè ci si pensa due volte e ci si attacca a quelle poche certezze che si hanno...è questa la cosa folle, assurda e triste...

Carrie82

poi ragazze cè da dire una cosa..
conosco donne che sono sposate con uomini benestanti,con ottimo stipendio,casa di proprietà che cmq continuano a lavorare e magari ingoiano qualche rospetto.
donne che hanno il marito da 1100euro eppure non lavorano xkè preferiscono fare dei sacarifici enormi ma nn lavorare.
donne x cui la carriera è al primo posto,anche se cn figli.donne in carriera che abbassano il loro profilo e lo stipendio post prole.
persone felici solo se hanno un certo stile di vita,un certo ruolo,un certo stipendio..stess e casini e no tempo libero nonostante.
persone che preferiscono vivere.

Carrie82

ecco vedi liu...in generale anche io ti dico che sceglierei..ma fondamentalmente posso permettermi di scegliere...ammetto di essere fortunata,so che se io decidessi E NN LO FAREI Ma metti caso,di star a casa ho accanto una persona che mi consente di farlo punto uno e punto due certo faremmo qualche conto + di ora ma...potremmo vivere decorosamente.ecco che quindi la mia sirtuaz è diversa da chi nn può.

Cenerentola.incasinata

ma si infatti alla fine ogniuno deve essere libero di essere se stesso...nessuno può dire cosa sia giusto o cosa sia sbagliato...ora che il cassiere è un pazzo io l ho detto con un sorriso, come a volere dire...oddio dallo a me il tuo lavoro, che ora come ora mi farebbe proprio comodo!!! per quanto mi riguarda il senso era quello...poi ogni persona è libera di agire come crede...solo la persona stessa cosa sia meglio per se...ci sono troppe sfumature che gli altri nn conoscono...e le sfumature sono IMPORTANTISSIME!!! ecco perchè mi avveleno quando la gente giudica senza sapere...questo in senso assoluto!!! certo per una che sta cercando lavoro disperatamente magari quello è un matto...ma alla fine ti dico che se lo ha fatto avrà fatto anche bene!! e sti cavoli!!! :)

sposa_di_giugno

anche io sono per la qualità. Assolutamente!

Carrie82

cene..tutti in spagna forza!!!:-))))))))))) seriamente a me quel post non è piaciuto.
come si può giudicare la vita degli altri e sentenziare che xyz parametri devono essere quelli x tutti?

Liu_Jo

@Cenerentola: stai sicura che per lui che va via qualche altro prenderà il suo posto quindi nulla va sprecato.

Cenerentola.incasinata

quelli di tutti per carità ci mancherebbe...nn mi permetterei mai...ripeto...le sfumature...le sfumature sono tutto!!!

Cenerentola.incasinata

però se quel lavoro me lo vuole dare a me io lo accetto ahahahahhah ;)

Carrie82

non ho concluso.che xyz parametri devono essere quelli che IN ASSOLUTO TI RENDONO FELICE E SE LI HAI ZITTO NN LAMENTARTI CHE NN HAI UN CAZZO DI CUI LAMENTARTI.

Liu_Jo

@Sposa: infatti hai sposo come marito e me come amica...;-)

Liu_Jo

@Cenerentola: e tu proponiti!

Carrie82

CENE potresti soffiargli il posto:-))))e magari poi scopri che nn sei felice,lavoro in banca nonostante:ppp
cioè io dico...,magari a questo è appena morta la compagna incinta di un figlio.....ogni cosa che fa le ricorda lei,lo stesso lavoro in banca lo ha accettato solo x garantire un futuro alla donna che amava ama........e lui sta impazzendo.vuol solo scappare del posto fisso frega un cazzo fronte na tragedia simile.

Layonheart

Salti nel buio..oh come so cosa vuol dire..
10 anni nel mio vecchio studio..stavo bene eh..ma per amore ho scelto di cambiar tutto..
Mia moglie è ricercatrice come ben sai, ha anche uno stipendio buono dai, non ci possiamo lamentare..se non fosse che sono 26 mesi che non arriva..si si, ho detto VENTISEI..
2 anni fa, quando iniziavamo a parlare di trasferimenti la soluzione è stata subito Pavia però..lei laureata e ricercatrice, che cosa ci veniva a fare nell'alta padana? a far la commessa? non mi/ci pareva il caso (e tutt'ora la pensiamo così) di gettare via il suo amore per quel lavoro..io invece son contabile..fare il contabile nell'Olona Valley o tra Pavia e Milano poco cambia no?
beh lavorativamente parlando c'è stata una crescitina dai..economicamente parlando anche li una crescitina..a livello di stile di vita..un crollo totale..per fare 8 ore di lavoro ne passo fuori casa 11..se sto in ufficio 1/2ora in più..le ore diventano 12 fuori casa..
a Pavia il lavoro scarseggia però..le paghe son più basse e non ci penso per ora a cercar lavoro li..così me ne sto a Milano e su Pavia tengo tutto sott'occhio..ma non pare giri bene il mercato del lavoro sottocasa..
fin qui per dire cosa? ho abbandonato una certezza, e credetemi, il mio vecchio lavoro lo era..o meglio il vecchio ambiente lo era..stavo bene li, avevo avuto la mia crescita e ne avrei avuto ancora..ho mollato tutto saltando nel vuoto per lavorare a Milano (bella scelta direte), sclerare sui mezzi e incazzarmi (perkè non amo Milano e perchè Pavia non offre nulla)..
a questo punto uno può pensare "ma fare un altro salto nel vuoto visto che vivi così?"
..eh no..il salto nel vuoto ora lo si deve fare in 2 per cambiare..e sinceramente? salvo i momenti in cui "fanculo molliamo tutto e andiamocene in Australia", la sfanghiamo bene..notevolmente bene..viviamo in 2 col mio stipendio in una città abbastanza cara..affitto spesa bollette..ci siamo sposati anticipando tutto noi..organizzandocelo minuziosamente nei dettagli e nel "non spreco"..facciamo sacrifici quanto possiamo senza sacrificare tutto però..facciamo fronte a tutto..ci leviamo anche qualche sfizio (io la moto)
nel bilancio famigliare abbiamo una voce in attivo come "crediti Vs Stato/Ospedale San Matteo" quasi mostruosa (per i nostri canoni ovviamente), ma all'Esselunga come ovunque, non accettano pagamenti in "buoni credito verso il datore di lavoro"..e il giorno che arriveranno quei soldi credetemi che sentirete la nostra gioia a Roma a Crotone da Cagliari a Trento da Udine ad Aosta :-)
forse se ci prende bene vedrete anche i fuochi :-)
i sacrifici li facciamo volentieri..perchè siamo in 2 a credere che saremo ripagati..e quando la sera torniamo a casa (sempre salvo i momenti un pò così dove i conti ci buttano giù nonostante la nostra forza), che il lavoro a Milano mi faccia incazzare e che lo stipendio da ricercatrice si faccia aspettare son cose che riusciamo benissimo a superare..
teniamo botta, e andiamo avanti uniti più che mai..a casa nostra la serenità e la libertà non mancano, nonostante tutto..ovvio, i progetti van modellati rispetto ai sogni originali..ma siam forti..facciamo del nostro meglio per star sempre in piedi..

ah, Liu..neanche noi di cognome facciamo Trump Murdock o Gates..anche perchè se no saremmo stati vicini di yacht no, cari Rockfeller :-)

Liu_Jo

...non ci eravamo conosciuti lì? Comunque è inutile che te lo dica io la vostra situazione la conosco bene così come la serenità e libertà che si respira in casa vostra e la vostra storia mi ricorda tanto la nostra.

Carrie82

ora non fate tutti a finta di nulla nèèèèè...io me lo ricordo lo champagne in cui ci siamo tuffati tutti insieme ieri sera tzè...

per lyon:bellissimo il tuo commento e il vostro modo di vivere la vita a due.....il vero senso del matrimonio,secondo me.

Marlene

Anche a me sembrava di esserci conosciuti al Porto di Saint Tropè...Cmq devi dire al signor Ciccio Rockfeller di sistemarlo meglio lo Yacht perchè la famiglia SPosi_di_Giugno Murdock la volta scorsa ha fatto fatica ad ormeggiare il panfilo.^______^
Oltre ovviamente a sottoscrivere ogni parola del commento di mio marito,sottoscrivo il to post e UDITE UDITE sono d accordo con la Carrie (Carrie segnalo sul calendario ^__* scherzo ovviamente)
un abbraccio!

Carrie82

what is panfilo?:p

Liu_Jo

Si infatti è così raro avere la stessa opinione... ^___^ ok riferirò a Ciccio Rockfeller ma sai Sposo Murdock gli perdona tutto

Carrie82

e poi un'ultima cosa...è stato definito folle,viziato(come si fa a sputare su un lavoro simile)SENZA SAPERE COSA CAZZO VA A FARE.

Cenerentola.incasinata

Sono d accordo con Lyon e Marlene ed approvo assolutamente il loro sistema di pensiero e di vita...Carrie :) io domani vado in banca e gle lo chiedo, cosi oltre lasciare il mio CV ci togliamo il dubbio ;) ahahaha

Carrie82

olàààà cosi ci togliamo un peso:)vecchie befane che non siamo altro:-)

Layonheart

Posso un commento ancor di più nel mio stile? Riguardo lo sportellista..Ma saranno cazzi dello sportellista se molla il lavoro no? Cioè magari sto qui ha deciso di vivere come eremita sui Pirenei, o di fare il mimo sulla rambla..o meglio ancora sposerà una ricca ereditiera spagnola..e se avesse vinto all'enalotto? Non lo dice certo ai clienti no? :-)
Sai che ti dico Liu? Organizziamo un nuovo salto nel buio..OZ, ora chiedo alla moglie se preferisce Perth o Sydney, oppure Cile, o Sudafrica..vendo la macchina e la moto, compro 4 capre 2 asini e 6 mucche (se bastano gli introiti delle vendite) inizio a produrre latte genuino e formaggi di qualità:-) sai che vita? :-)

Liu_Jo

Sono favorevole così con la scusa di venirvi a trovare io e Ciccio voliamo a OZ

Layonheart

Si ma sai farlo il formaggio? Non vorrai mica venire a trovarci solo per le ferie no? :-)

Liu_Jo

Io il formaggio no per forza maggiore Ciccio Rockfeller non lo ama...ma posso fare tutto il resto...

Paola

@Layonheart: mi ha solo incuriosito il fatto che la signora gli abbia fatto il terzo grado e lui ha risposto restando sul vago, lasciando intuire chissà cosa...per il resto andasse a fare quello che gli pare, per me può anche andare a contare i granelli di sabbia che la cosa non mi tange, non era questo il senso del post.
Mi piace leggere che vivete di ideali e "libertà", a me, conti alla mano, serve il mio stipendio per arrivare a fine mese. Lavorasse soltanto mon Amour non riusciremmo a coprire neanche le spese.

Layonheart

Era ironico il mio commento..nel senso che é libero come tutti di far ciò che vuole, che poi scateni la curiosità beh é normale..cmq solo ironia quando ho scritto "ma saranno ca**i suoi" :-) tornando al discorso cmq non é che si vive di ideali (parlo per me ovviamente), si fa fronte al meglio che si può, per sfangarla senza affondare..noi si vive con uno stipendio e un credito..senza strafare e stando attenti a mille cose..certo non é facile e certo non ci si può permettere un monte di cose, i problemi ci sono e lo stipendio basta a coprir le spese, risparmiare é impresa, far grandi passi utopia.. Ma confidiamo che prima o poi qualcosa svolti..noi ci sbattiamo alla grande..teniam duro e niente più, poi quando tutto svoltera' potremo star bene come ora, ma con qualche soldo in più per realizzare i nostri sogni :-)

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Páginas vistas en total

 

compartidísimos

Leggero il passo sui tatami Copyright © 2011 | Tema diseñado por: compartidisimo | Con la tecnología de: Blogger